fbpx
Gruppo BuildingGruppo Building

CREATIVITÀ E BENE COMUNE: 25 MILA € PER L’INFANZIA

12 Maggio 2016
  • Share This Article

All’asta i dipinti degli studenti dell’Accademia di Belle Arti per accompagnare con la bellezza le trasformazioni urbane del Gruppo Building

Torino, 12 Maggio 2016- Dodici opere degli studenti dell’Accademia Albertina di Belle Arti sono state battute all’asta per 25 mila €. I lavori sono le maxi tele realizzate per Creatività Bene Comune, il cantiere dell’arte di via Lagrange angolo via Giolitti, il museo open air che tra la primavera del 2014 e l’inizio del 2016 ha accompagnato il progetto del Gruppo Building di riconversione dell’antico palazzo settecentesco, oggi Lagrange12. Il ricavato dell’asta è stato donato in beneficienza in favore di AIN Onlus, l’Associazione Infanzia Nefropatica, e Vivere onlus, Associazione Volontari e Famiglie con figli portatori di Handicap.

La serata, condotta da Luca Beatrice, critico d’arte e Presidente del Circolo dei Lettori, è stata ospitata nel cortile di Quadrato, nuovo progetto di riconversione storica di Building, del convento agostiniano tra via delle Orfane e via Santa Chiara.

«Building costruisce bellezza: i palazzi del nostro patrimonio architettonico rinascono attraverso l’arte pubblica, la creatività, il sostegno alla collettività.- commenta Piero Boffa, Presidente del Gruppo Building- Sulla conservazione della bellezza e sulle buone pratiche si può fondare un modello di convivenza e di sviluppo delle nostre città. Sono rimasto piacevolmente colpito dalla civiltà di Torino: per quasi due anni le opere degli studenti dell’Accademia sono rimaste esposte nel cuore della città, nude su una via di grande passaggio, e nessuno ha pensato di appropriarsene o di rovinarle. Un messaggio di grande rispetto per la cultura, la creatività, il lavoro degli altri».

L’asta benefica Creatività bene comune² è il culmine del progetto, curato da Building e Accademia di Belle Arti di Torino, inaugurato nella primavera del 2014 nell’ambito del Salone OFF in occasione del Salone Internazionale del Libro dedicato al tema del “Bene”. Quattordici studenti dell’Accademia di Belle Arti dei corsi di pittura e illustrazione coordinati dal direttore Salvatore Bitonti e dai prof. Laura Valle, Daniele Gay e Giuseppe Leonardi, hanno realizzato le dodici opere onsite, trasformando via Lagrange prima in un grande laboratorio, poi un museo open air per tutta la durata dei lavori di restauro del palazzo all’angolo con via Giolitti, le realizzazione dell’idea di accompagnare la trasformazione dello spazio con il linguaggio dell’arte.

«La nostra istituzione è molto attenta alla relazione tra l’arte e la città: la creatività contemporanea, nella pittura e in particolare nella street art, deve dialogare con lo spazio urbano, essere vissuta dai cittadini come un mezzo con cui leggere la realtà, attraverso l’immaginazione, la tecnica e le diverse poetiche dei giovani artisti – dichiara Fiorenzo Alfieri, Presidente dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino. Creatività Bene Comune può diventare un modello di progettualità, un’idea di come accompagnare la mutazione urbanistica facendo di Torino la città dei “Cantieri d’Artista”».

Le opere (visualizzabili a questo link ) degli studenti dell’Accademia di Belle Arti, messe all’asta per Creatività bene Comune², sono: “Create” di Ahmad Armone e Vagnoni Meèra Fanny, “Senza titolo” di Riccardo di Stefano, “Filanda” di Anna Savio, “Generazioni” di Stefano Allisiardi, “Urban I.N.R.I” di Alessio Moroni, “Moja, Mbili, Tatu…” di Serena Arato, “Città Capovolta” di Claudia Guastella, “Lavori in corso” di Marcello Restaldi, “Senza titolo” di Pasquale Dominelli ed Elena Evangelisti, “Nessun vento è favorevole per chi non sa dove andare. Per noi che passiamo anche la brezza sarà preziosa.” di Antonio Filippini, “Homeland” di Antonio Castaneda, “Buena vista” di Carrettini Casandra e Golino Chiara.

Le dodici opere sono state vendute ad altrettanti acquirenti, il ricavato dell’asta- 25 mila €- è stato consegnato a AIN Onlus e Vivere Onlus. AIN Onlus è l’Associazione Infanzia Nefropatica, nata a fine 2007 per sostenere le attività cliniche e di ricerca indirizzate al bambino con malattie renali e operativa all’interno del reparto di Nefrologia, Dialisi e Trapianto dell’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino; l’associazione sostiene la ricerca scientifica, sensibilizza la solidarietà e supporta il reparto acquistando attrezzature mediche e ludiche. Vivere Onlus, operativa dal 1987, promuove e sostiene l’integrazione dei disabili e delle loro famiglie; associazione senza scopi di lucro, è finalizzata a promuovere iniziative socio- assistenziali e culturali a favore dell’integrazione dei disabili, sensibilizzando su questo tema cittadini e istituzioni pubbliche e private.

La serata Creatività bene Comune² si è svolta presso Quadrato, il progetto di recupero del convento di Sant’Agostino curato dal Gruppo Building. Nel cuore della Torino romana, tra via delle Orfane e via Santa Chiara, il progetto prevede la trasformazione del complesso, già InformaGiovani e originariamente convento agostiniano, in un condominio contemporaneo dalla molteplicità delle forme e degli usi: al suo interno le antiche stanze del convento, ideali per una classe dinamica di giovani professionisti, laureandi, pendolari della conoscenza, saranno di varie metrature, definite monotipo, bitipo, tritipo. Oltre a essere un investimento immobiliare, Quadrato, che sarà terminato in parte entro la fine del 2017 e una seconda scala a fine 2018, è un investimento finanziario: gli acquirenti degli appartamenti hanno una prospettiva di rendita a 5 anni e il conseguente trattamento fiscale. Un progetto di investimento immobiliare e finanziario, una novità per l’edilizia a Torino.

Commenti recenti
    Previous

    CREATIVITÀ BENE COMUNE²: UN’ASTA PER L’INFANZIA

    Next

    INAUGURA LAGRANGE12: UNA NUOVA ICONA PER TORINO