Gruppo BuildingGruppo Building

IL GRUPPO BUILDING È PARTNER DI ARTISSIMA PER IL PROGETTO “THE ITALIAN JOB”

21 Ottobre 2019
  • Share This Article

A 50 anni dall’iconico film girato a Torino Domus Lascaris ospita l’intervento artistico dello scultore inglese

Il Gruppo Building promuove un’installazione che unisce l’arte, il cinema e la storia moderna di Torino: a 50 anni dall’uscita nelle sale cinematografiche mondiali, il film The Italian Job torna nella prima capitale d’Italia con un intervento artistico straordinario nel suo cuore storico, precisamente a Domus Lascaris, dove dal 31 ottobre al 2 dicembre, sarà esposto un autobus ispirato proprio al film del 1969 interpretato da Michael Caine. Il bus, in scala 1:1, sarà sospeso a venti metri di altezza sul terrazzo del quinto piano di Domus Lascaris, riconversione di un palazzo razionalista anni ’50 del centro di Torino. A Domus Lascaris, nel cuore di Torino il film The Italian Job diventa il protagonista di una sorprendente installazione, Hang On A Minute Lads… I’ve Got A Great Idea, dello scultore inglese Richard Wilson, a cura di Mark Hinchcliffe con Heidi Donohoe. Ispirata alla scena finale del film, l’opera è una grande scultura basculante, un pullman vintage a grandezza naturale che arriva a Torino attivando una serie di performance artistiche, raggiungendo il palazzo. Andando oltre i confini nazionali e sfidando l’uscita del Regno Unito dall’Ue il 31 ottobre, il progetto mette in primo piano l’arte e la cultura.

Ogni volta che recuperiamo un edificio per convertirlo alla nostra filosofia abitativa, pensiamo sempre alla realizzazione di opere e installazioni che esaltino la bellezza dell’architettura avvicinando il pubblico più ampio possibile, come ad esempio facciamo anche con Luci d’Artista a The Number 6. Aprire Domus Lascaris iniziando il dialogo con Artissima è quindi per noi una naturale evoluzione di un approccio legato proprio alla diffusione del bello” dichiara Piero Boffa, Presidente del Gruppo Building.

Domus Lascaris è il nuovo progetto del Gruppo Building, che sta lavorando alla sua trasformazione in linea con la filosofia legata all’abitare e, appunto, all’arte. Il lavoro di Building, infatti, è fortemente orientato al connubio tra spazi abitativi e arte pubblica: basti pensare al sodalizio con l’artista torinese Richi Ferrero, che per il gruppo presieduto da Piero Boffa ha già realizzato il Giardino Verticale nel cortile di The Number 6 in via Alfieri 6 e il Cancello Futurista – Omaggio a Depero nel cortile di Lagrange 12, sul cui tetto svetta la scultura Equinox. Richi Ferrero, inoltre, è l’autore dell’opera T’Oro visibile sulla facciata di Quadrato, la trasformazione dell’antico convento di Sant’Agostino, realizzato da Building in via delle Orfane, nel cui cortile Pixel Pancho, celebre artista della scena della street art mondiale, ha dipinto “Eaten by feelings”, opera che denuncia e riflette sul femminicidio. Il dialogo con Artissima costituisce quindi una nuova azione di mecenatismo del gruppo Building, realtà che ha un profondo legame con la salvaguardia e il rinnovamento della bellezza di Torino. A Domus Lascaris il pubblico potrà ammirare il simbolo di un film che cinquanta anni fa fu girato proprio a Torino, tra colpi di scena e inseguimenti in auto lungo le strade – e non solo – della città. Un progetto letteralmente sospeso tra il mondo dell’arte e quello del cinema segna quindi la prima collaborazione di Building con Artissima, nella comune direzione del valorizzare il patrimonio e la bellezza storica di Torino attraverso l’arte contemporanea.

Commenti recenti