fbpx
Gruppo BuildingGruppo Building

QUADRATO: IL PROGETTO ARCHITETTONICO

9 Ottobre 2018
  • Share This Article

Il gruppo Building recupera l’antico convento, nuovo centro Isokinetic

Tra via delle Orfane e via San Domenico, una antica domus romana si trasforma in relais urbano, area archeologica, centro di medicina sportiva e riabilitazione ortopedica

Lo studio Boffa, Petrone & Partners, insieme a Building Engineering, ha sviluppato la progettazione architettonica e l’interior design di Quadrato, mentre i lavori iniziati nel 2016 sono stati realizzati da parte di Building SpA. Il progetto di Quadrato del Gruppo Building, recupero del più vasto complesso conventuale degli Agostiniani realizzato a metà del XVI secolo, è ubicato in una posizione strategica all’angolo tra via Santa Chiara e via delle Orfane: si articola su cinque piani fuori terra, un piano mansarda ed un piano interrato; comprende un ampio cortile interno e box interrati per il parcheggio. Gli appartamenti di Quadrato hanno tagli diversi, pensati per una classe dinamica di giovani professionisti, dottorandi, famiglie, pendolari della conoscenza e chiunque scelga Torino per un medio periodo. All’interno del palazzo, le antiche stanze del convento sono trasformate in appartamenti denominati monotipo, bitipo, tritipo e quadritipo fino alle mansarde bilivello Chiara, Consolata e Visitazione.

Il concetto razionalista di “existenzminimum” ha influito nella definizione del progetto degli spazi delle unità abitative, a partire dalla più piccola, monotipo. Lo spazio è definito attraverso la successione degli elementi d’arredo intesi come definizione gerarchica delle esigenze funzionali in un unico ambiente. La progettazione degli interni è pensata per essere estremamente versatile e per adattarsi alle diverse esigenze. La percezione dell’ambiente cambia dunque sulla base di un arredamento multifunzionale e mutevole. Ad esempio, il tavolo scorre su una corsia posta lungo la parete e ridefinisce l’uso dello spazio nel corso della giornata, da cucina in sala da pranzo, da studio in soggiorno, da living in camera da letto. Il tavolo è anche un bancone da lavoro e una scrivania, la pedana è una seconda superficie su cui sedersi, appoggiare un libro o un bicchiere e al tempo stesso anche un contenitore e all’occorrenza il divano si trasforma in letto. Uno spirito minimale e razionale anima tutto il progetto e così il design funzionale degli arredi.

Lo studio Boffa, Petrone & Partners nasce all’interno del Gruppo Building e si specializza in interventi di progettazione architettonica e studi di fattibilità, interior design, ristrutturazione edilizia, restauro e direzioni lavori. Fondato nel 1983 a Torino, negli ultimi anni il Gruppo Building ha concentrato le attività nell’edilizia civile e residenziale, specializzandosi in recupero e trasformazione di palazzi storici, ideando un proprio concetto di abitare la storia.

Da vacanze brevi a soggiorni più lunghi, l’antica domus romana è anche un relais urbano, che offre appartamenti in locazione. Saranno possibili soggiorni di un giorno con tariffe che variano dai circa 80 euro per il monolocale ai 160 euro per il trilocale, soggiorni oltre i due giorni e inoltre locazioni al mese le cui tariffe si aggireranno intorno ai 2100 € per il trilocale plus fino a circa 3400 € per il quadrilocale da 235 mq. A partire dai due giorni saranno disponibili anche servizi extra per garantire tutti i comfort come l’ingresso palestra e lavanderia e il wi-fi mentre per le locazioni mensili tra i benefit top sono proposti sconti e convenzioni con attività del gruppo. Quadrato, oltre a essere un investimento immobiliare, è anche un investimento finanziario: gli acquirenti degli appartamenti hanno una prospettiva di rendita a 5 anni e il conseguente trattamento fiscale. Un progetto di investimento immobiliare e finanziario, una novità per il real estate a Torino. All’atto dell’acquisto dell’immobile sarà contestualmente stipulato, con una società del Gruppo Building, un contratto di locazione con diritto alla sublocazione, per un importo annuale pari al 3,5% del valore di acquisto dell’immobile: il contratto avrà durata per un periodo massimo di 5 anni e consentirà alla società affittuaria di procedere al subaffitto.

La forbice di metratura degli appartamenti va dai 40mq ai 130mq e dai 160mq ai 270 mq per le mansarde. Più un appartamento da 230 mq al piano primo. I prezzi di vendita degli appartamenti di Quadrato variano per tipologia: Monolocale 200.000€ – 240.000€; Bilocale 240.000€ – 300.000€; Trilocale 300.000€ – 380.000€

Quadrato è un nuovo concetto di abitare la storia e il futuro al Quadrilatero di Torino.

  • Origini di Quadrato

L’originaria configurazione dell’isolato che oggi comprende l’antico Convento tra via delle Orfane e via Santa Chiara, così come documentato dalla bibliografia storica di riferimento, risale alla seconda metà del XVI secolo quando, introdotto a Torino l’Ordine degli Agostiniani Calzati, venne loro concessa la allora Chiesa dei SS. Giacomo e Filippo. I “Padri” vollero subito ricostruirla e da allora fu chiamata Chiesa di Sant’Agostino, assumendo pressappoco la struttura architettonica attuale con il chiostro, ancora oggi leggibile, annesso alla stessa e a servizio del Convento, le cui maniche principali su via Santa Chiara e via delle Orfane furono però costruite a partire dalla prima metà del Settecento. Tale fabbricato fu, per circa un secolo, dimora per la vita monastica, in conformità con il crescente prestigio goduto dagli Agostiniani nella Città di Torino. Con la soppressione dell’Ordine, stabilita nel 1800 dal governo, le vicende relative alla trasformazione delle ali su via Santa Chiara e su via delle Orfane del Convento di Sant’Agostino, si intrecciano con le vicende della nascita delle Terziarie domenicane, riconosciute come Suore dell’Ordine delle Sappelline, che stabilirono nell’ex Convento la loro sede, attribuendogli il nome di Conservatorio del SS. Rosario. Successivamente i locali sono stati occupati dall’ex conservatorio e successivamente dal tribunale, sezione civile. Negli anni Sessanta del secolo scorso, il Comune riprenderà possesso dell’immobile, apportando consistenti modifiche interne, pur conservando immutata la configurazione dell’antica Cappella, avente ancora oggi caratteristiche di grande aulicità. Quadrato si inserisce all’interno del Quadrilatero Romano, cuore storico della città, il cui nome deriva dall’antico castrum romano, ovvero la cinta della colonia su cui venne fondata la primitiva Julia Augusta Taurinorum.

Leave a Comment

Commenti recenti